in

Fonzerelli, l’album è “Silent Dreams & Misguided Stories”


Aaron “Fonzerelli” McClelland non è tipo che faccia le cose a metà. A due anni dall’arrivo del suo “Transcend” di 20 tracce, il produttore nordirlandese è tornato con un alvoro ricco di idee. Si intitola “Silent Dreams & Misguided Stories” e mescola stili ibridi di musica elettronica, dalla synthwave alla indie ispirata agli anni ’80 fino a alla progressive in declinazione house e trance.

Durante la sua vita di produzione, Fonzerelli ha scalato le vette delle classifiche in tutto il mondo, non ultimo con il suo debutto nel 2006, “Moonlight Party”. Da allora, ha deliziato i club remixando artisti del calibro di Adam Lambert, Fedde Le Grand, Mauro Picotto, Tiësto (con Maxi Jazz & Basshunter) e altri luminari del settore.

Oltre le sue venti tracce, l’album allarga la sua rete in diversi modi. Sebbene il suo titolo possa sembrare fin tropp fantasioso, è anche più significativo di quanto appaia a prima vista. Le canzoni in esso contenute vanno ben oltre le semplici linee melodiche ariose. Da “Find Someone’s” a “Loneliness”, il dj è struggentemente ammaliato spesso dal suono di pianoforte.

Le versioni originali e quelle estesE di “Silent Dreams & Misguided Stories” verranno pubblicate venerdì 27 maggio e sono disponibili per la prevendita attraverso questo link.

Vota questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

Festival: quando l’ingresso si paga con il sangue

Kay & Biba, due dj difficili da fermare